Eventi 2009

diagwnismos_poiishs_1Marzo 2009
5o PREMIO INTERNAZIONALE DI POESIA CASTELLO DI DUINO
La Sezione Italiana nell’ambito della collaborazione con gli altri enti culturali locali, offre il suo sostegno all’organizzazione del 5° Premio Internazionale di Poesia Castello di Duino, che viene organizzato in collaborazione con il Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico e l’associazione no profit “Poesia e Solidarietà”, con il sostegno dell’Unesco, del principe Alessandro Della Torre Tasso del Castello di Duino, del Comune di Duino, di Muggia, della CEI ed altri partner. Una manifestazione che intende unire il linguaggio poetico e la solidarietà, la forza della parola a quella delle iniziative umanitarie, e che avvicina, nel segno delle differenze intese come stimolo alla conoscenza e valore di scambio, tanti giovani di 90 paesi del mondo.
Si tratta di un concorso di poesia rivolto a giovani fino ai 30 anni di età al quale fino ad oggi hanno partecipato circa 3.000 persone e che ormai si è distinto come una delle principali iniziative nel suo genere. Il premio quest’ anno ha visto la partecipazione di 1.400 testi inviati in 20 lingue diverse. Nel quadro del supporto offerto, la Sezione Italiana ha sostenuto l’iniziativa diffondendo il bando del concorso presso le scuole greche di ogni ordine e grado e presso enti culturali greci che si occupano di poesia. Per la prima volta ci sono state 30 adesioni da parte di studenti delle scuole greche e giovani poeti, ottenendo persino un riconoscimento per la giovane poetessa Stella Acharnioti che si è distinta con la poesia “Una ragazza che guarda dal treno”.

Padrino ideale della V edizione del “Concorso di Duino –Poesia e Solidarietà” è stato il poeta greco Titos Patrikios. Grazie alla collaborazione tra l’Associazione di volontariato Poesia e Solidarietà, la Sezione Italiana della Fondazione Ellenica di diagwnismos_poiishs_2Cultura, la Comunità Greco Orientale e la Cattedra di Neogreco dell’ Universtità di Trieste sono stati organizzati due importanti appuntamenti con il poeta greco Titos Patrikios. Durante il primo incontro, tenutosi il giorno 28 marzo al caffè San Marco, sono state lette alcune poesie di Titos Patrikios in greco e in italiano, ad opera del poeta stesso e di alcuni membri dell’Associazione di volontariato Poesia e Solidarietà. Al termine della lettura poetica l’incontro è proseguito con una presentazione e una breve conferenza sulla sua opera.

Il secondo incontro, svoltosi il 30 marzo presso la Biblioteca Statale di Trieste, si è realizzato con la conferenza di Titos Patrikios dal titolo “La residenza dei fatti. Storia e letteratura nell’esperienza di un poeta”. Un evento di particolare interesse durante il quale il diagwnismos_poiishs_3poeta greco ha raccontato la sua esperienza e le inquietudini che lo hanno accompagnato durante il percorso poetico, affascinando il pubblico e in particolare i giovani poeti provenienti da tutto il mondo presenti all’appuntamento.
Le manifestazioni hanno riscosso un notevole successo e sono state seguite da circa 200 persone che hanno espresso il loro entusiasmo per l’esperienza dell’incontro con il pensatore, rivoluzionario nonchè maggiore poeta greco del dopoguerra, Titos Patrikios.


ritsos_2Giugno 2009
ANNO DI IANNIS RITSOS
In occasione della proclamazione da parte del Ministero della Cultura Ellenico del 2009 quale “Anno di Giannis Ritsos” nella ricorrenza del centenario della nascita del grande poeta, la Sezione Italiana della Fondazione Ellenica di Cultura in collaborazione con la Comunità Greco-Orientale di Trieste e la Cattedra di Neogreco dell’Università di Trieste ha organizzato per la conclusione dell’anno scolastico 2008-2009 una manifestazione in onore dell’importante poeta greco.

La manifestazione si è svolta il giorno 5 giugno 2009 alle ore 17.30 nella sala manifestazioni della Comunità Greca di Trieste “Filoxenia” con il seguente programma: all’introduzione del prof. Dimitrios Mammis sulla vita e l’opera del poeta hanno fatto seguito la ritsos_meta_2proiezione di un video con immagini della vita del poeta e degli anni del confino, l’ascolto di materiale audio con poesie recitate dal poeta stesso e la lettura di poesie del poeta da parte degli studenti frequentanti i corsi di lingua neogreca, con l’accompagnamento musicale del pianista e compositore Silvio Donati, che ha eseguito musiche tratte da poesie musicate di Ritsos.

La manifestazione ha riscosso particolare successo e ha visto la ritsos_meta_3partecipazione di circa 130 persone. In un’atmosfera carica di emozione, attraverso le proiezioni video il pubblico ha avuto la possibilità di ascoltare dalla voce del poeta stesso il racconto della sua vicenda personale e del difficile, per la Grecia, periodo storico in cui si è svolta, e di comprendere più a fondo la sua poesia e le musiche delle canzoni tratte da essa.


Arcoudaki_newGiugno/Iuglio 2009
HELLENIC EVENT
L’HELLENIC event è l’omaggio al cinema greco organizzato dal X Festival Internazionale Maremetraggio (26 giugno – 4 luglio 2009) in collaborazione con la Fondazione Ellenica di Cultura e la Comunità Greco-orientale di Trieste.
L’ommagio comprende:

afises_greek_cinema_31. Le locandine del cinema greco
La mostra comprende 50 locandine tra le quali spiccano opere di Nikos Koundouros, Stefanos Almaliotis, Giorgos Vakirtzis, Nikos Nikolaidis, Nikos Andreakos, Pissanos e di alcuni artisti di cui ci è sconosciuto il nome che hanno fatto fiorire in Grecia l’arte della locandina cinematografica.
E’ organizzata dalla Sezione Italiana della Fondazione Ellenica di cultura in collaborazione con la Comunità Greco-orientale di Trieste e la Cineteca Ellenica nell’ambito dell’omaggio al cinema greco realizzato dal Festival Maremetraggio.
Sala Giubileo della Comunità Greco-orientale di Trieste
Riva Tre Novembre, 9
Τel. (+39) 040 635614
Durata: 23 giugno – 20 luglio
Orari: 10:00 – 12:00 e 17.00 – 20.00

L’inaugurazione della mostra è avvenuta martedì 23 giugno alle ore 18.30 presso la sala espositiva “Filoxenia” della Comunità Greco-Orientale. Il pubblico intervenuto numeroso ha avuto la possibilità di ammirare da vicino opere di artisti greci che hanno fatto la storia della locandina cinematografica in Grecia.

hellenic_event_32. L’ «orsetto triste»
L’ “orsetto triste” è tratto dall’omonima favola di Evgenios Trivizas
Quattro ragazzi e quattro ragazze del 2° Liceo Sperimentale di Atene, con l’aiuto degli insegnanti E. Filippatou, E. Tsikiza e I. Kapetanaki, hanno elaborato l’idea della studentessa Alexandra Vasila sul tema della violenza in famiglia realizzando questo cortometraggio nel quadro del programma “La scuola dietro l’obiettivo”. Con mezzi modesti ma con molto amore e fantasia, i ragazzi hanno realizzato un cortometraggio diverso dagli altri, a metà tra la fotografia e il film d’animazione, con l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico sul tema della violenza – nel caso specifico la violenza familiare – di sperimentare un genere di film diverso, di lavorare in gruppo e di conoscere le professioni legate all’ambiente cinematrografico.

Alla realizzazione del corto “L’orsetto triste” hanno collaborato:
le studentesse: Alexandra Vassila, Ornella Ghioni, Viky Mavreli e Iris Tselenti gli studenti: Apostolos Zarris, Iannis Zafiropoulos, Iason Theofilis, Asteris Kanousis e Ilias Moulas.
Un aiuto prezioso è stato offerto dal professor Iorgos Stavropoulos.
Gli studenti greci con i loro insegnanti saranno ospitati a Trieste dalla Fondazione Ellenica di Cultura e avranno la possibilità di visitare la città e di partecipare al Festival Maremetraggio. Le pellicole premiate verranno proiettate nello spazio del Maremetraggio Village, mentre la consegna dei premi avverrà il giorno 27 giugno alle ore 19.00.
Le scuole vincitrici riceveranno in premio una videocamera in modo tale che possano continuare il loro lodevole impegno in ambito cinematografico.
Va ricordato che la partecipazione dei licei greci è avvenuta per iniziativa della Fondazione Ellenica di Cultura in collaborazione con il Settore Interculturale Unitario per gli Studi, la Formazione e l’Innovazione del Ministero dell’Istruzione Greco.

tainies_33. Antreprima italiana del film El Greco
Il Festival internazionale del cortometraggio e delle opere prime Maremetraggio dedica l’edizione 2009 alla Grecia. Grazie alla collaborazione con la Fondazione Ellenica di Cultura il festival triestino organizza un omaggio al cinema greco dell’ultimo decennio, con particolare attenzione al cortometraggio, e prepara l’anteprima del film “El Greco” di Giannis Smaragdis. Il regista greco sarà infatti l’ospite d’onore del festival. Il film “El Greco” è una coproduzione internazionale (Grecia, Spagna, Inghilterra, Ungheria e Italia) ed è uscito nelle sale nel 2007. tainies_2Racconta la storia epica del più noto pittore cretese del Rinascimento Dominikos Theotokopoulos, un artista che non scendeva a compromessi e fermo sostenitore della libertà, conosciuto in tutto il mondo come El Greco. La sceneggiatura è di Jackie Pavlenko e Iannis Smaragdis ed è basata sul libro “El Greco-Il pittore di Dio” di Dimitris Siatopoulos. Le musiche sono di Vangelis Papathanasiou.
Con Nick Ashdon nel ruolo di El Greco, Juan Diego Botto e gli interpreti greci Lakis Lazopoulos, Dimitra Matsouka, Dina Konsta e Sotiris Moustaka, il film è la più costosa coproduzione nella storia del cinema greco.

ellhnikos_kinimatografos_14. Omaggio al cinema greco dell’ultimo decennio
30 giugno 2009
Cinema Αriston / ore 19.30
Narkes di Christos Nikoleris, O fotografos ton Trikalon di Vassilis Kosmopoulos, Odomachia di Christos Kanakis, Pilala di Theodoros Papadoulakis, Kinisi omali di Konstantis Fragkopoulos.
1 luglio 2009
Cinema Αriston / ore 19.30
Ifaisteio di Aris Fatouros, Ygraerio di Bujar Alimani, O nomos tis varititas di Spyros Rassidakis, Roofless street di Babis Tsoutsas, Ground floor di Charis Stathopoulos. .
2 luglio 2009
Μaremetraggio Village in Piazza Sant’ Antonio/ ore: 18.00

La cinematografia greca nell’ultimo decennio. Tavola rotonda con i cortisti greci e i responsabili del Drama Film.
3 luglio 2009
Cinema Αriston / ore 19.00
When fish fly di Vilka Tzoura, El Greco di Iannis Smaragdis. A seguire, incontro con il regista Iannis Smaragdis.


maremetraggio_1Giugno/Iuglio 2009
FESTIVAL INTERNAZIONALE MAREMETRAGGIO
La Sezione Italiana ha in programma una collaborazione con il noto Festival del Cortometraggio MAREMETRAGGIO, giunto quest’anno alla sua decima edizione, la quale si svolgerà dal 26 giugno al 4 luglio 2009 con la partecipazione del Festival di Drama.

Il Festival Internazionale Maremetraggio, giunto alla sua decima edizione, è un festival di cortometraggi che si rivolge soprattutto a nuovi talenti. È realizzato in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Direzione Centrale Istruzione, Cultura e Sport della Regione Friuli Venezia Giulia, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste e la Camera di Commercio di Trieste. Dal 2008 ha ottenuto il sostegno dell’Unesco.
Parallelamente alle proiezioni vengono organizzate conferenze, tavole rotonde e incontri con registi e attori, che offrono al pubblico l’opportunità di tenersi aggiornato su tematiche che riguardano il mondo del cinema e in particolare la realizzazione, la produzione e la distribuzione di cortometraggi.
Col passare delle edizioni il Festival si è arricchito di nuove sezioni quali:

– la Sezione Ippocampo nella quale concorrono le opere prime di giovani registi e che funziona come “laboratorio” per la promozione di nuovi cineasti di talento
– La Sezione CEI dedicata ai cortometraggi e ai registi provenienti da Paesi che fanno parte dell’Iniziativa Centro Europea
– La Sezione Corallino che dal 2003 ha sancito la collaborazione tra il festival e le scuole italiane in quanto dedicata ai cortometraggi realizzati da studenti dell’istruzione primaria e secondaria. Nell’edizione 2009 questa sezione sarà per la prima volta aperta anche alle scuole superiori greche che potranno partecipare assieme alle scuole italiane, con l’obiettivo di offrire agli studenti la possibilità di uno scambio di esperienze e pratiche in ambito culturale.

Durante tutta la durata del Festival presso lo stand del Maremetraggio Village saranno inoltre proiettati corti realizzati da studenti delle scuole elementari e medie greche.

L’edizione 2009 del Festival dedicherà l’inaugurazione della manifestazione alla Grecia e alla sua cultura organizzando in collaborazione con la Sezione Italiana della Fondazione Ellenica di Cultura e il Festival del Cortometraggio di Drama una serie di manifestazioni per le prime due giornate del Festival. Verrà inoltre organizzata una tavola rotonda su temi riguardanti la cinematografia greca alla quale parteciperanno registi greci, giornalisti e produttori e verranno proiettati cortometraggi greci.


ebraioi_terg_6Ottobre2009/Gennaio 2010
GRECI AD AUSCHWITZ-BIRKENAU
Con la proiezione del documentario “Greci ad Auschwitz-Birkenau” la Fondazione Ellenica di Cultura partecipa alla mostra “Ebrei di Salonicco 1492-1943. La diplomazia italiana e l’opera di rimpatrio” organizzata a Trieste dal Museo Ebraico di Bologna, dal Museo e dalla Comunità Ebraica di Trieste e dalla Sezione Italiana della Fondazione Ellenica di Cultura.
Il documentario è una produzione del Ministero degli Esteri greco a ebraioi_terg_3cura di F. Tomaì. Si riferisce ad una poco conosciuta sollevazione dei greci deportati, ebrei e cristiano-ortodossi, nel campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau. In questo campo erano stati deportati 60.000 greci, principalmente di religione ebraica, ma anche decine di cristiani accusati di azioni di resistenza in Grecia contro le forze dell’Asse.
Il documentario racconta questa pagina nera della storia attraverso documenti e testimonianze che conducono passo dopo passo il visitatore all’interno del luogo di martirio di Auschwitz-Birkenau.
La mostra “Ebrei di Salonicco 1492-1943. La diplomazia italiana e ebraioi_terg_5l’opera di rimpatrio” ripercorre la storia della popolazione ebrea di Salonicco nel periodo 1941-1943 rivolgendo particolare attenzione al ruolo avuto dalla diplomazia italiana nel 1943 nell’opera di salvataggio e rimpatrio di 350 ebrei di origine italiana abitanti a Salonicco.
In particolare si fa riferimento all’opera del Consolato Generale d’Italia a Salonicco inizialmente intrapresa dal console Guelfo Zamboni in servizio dal febbraio del 1942 al 18 giugno del 1943 e poi portata avanti dal console Giuseppe Castruccio. Il console Zamboni con particolare zelo si occupò, collaborando con le autorità tedesche di occupazione, della fuga e del rimpatrio degli ebrei di origine italiana di Salonicco e dell’invio in Italia dei loro beni.
Museo Ebraico di Trieste Carlo e Vera Wagner, Via del Monte, 7 – Trieste
Dal 27 ottobre 2009 al 15 gennaio 2010
Orari: Domenica, Lunedì, Martedì, Giovedì e Venerdì 10.00 – 13.00 e Martedì 16.00 – 19.00

Trieste – Italia