“Il nonno bugiardo” di Alki Zei.

Il Nonno Bugiardo di Alki Zei

Ελληνικά

Lunedì 14 Maggio al Salone del libro di Torino è stata presentata la prima traduzione in italiano del libro “Il nonno bugiardo” di Alki Zei, grande autrice greca di libri per ragazzi, già premio Andersen. L’autrice, intervistata da Nadia Terranova, presenta un romanzo tenero e commovente sull’impegno civile e l’affetto tra generazioni.

L’evento è a cura dell’editore Camelozampa, cofinanziato dal programma Europa Creativa dell’Unione Europea con il patrocinio della Fondazione Ellenica di Trieste.

IL NONNO BUGIARDO
scritto da Alki Zei
traduzione dal greco
di Tiziana Cavasino
illustrazioni di Andrea Antinori
collana I Peli di gatto
edizione ad alta leggibilità
176 pp., cm 14 x 21
ISBN 9788899842130
euro 13,90

Disponibile anche in Audiolibro, eBook e Audio-eBook, in collaborazione con Il Narratore Audiolibri. Lettura di Moro Silo

Descrizione
Ogni volta che va a prenderlo in ritardo, il nonno di Andonis tira fuori le scuse più strampalate, come essersi unito a un corteo di studenti ed essere finito manganellato dalla polizia.

Il nipote gli crede poco, eppure un po’ alla volta scoprirà che il nonno, ex attore di teatro esiliato durante la dittatura, non si inventa nulla e ha davvero vissuto una vita straordinaria. Così come straordinario è il segreto che la sua famiglia nasconde: perché, infatti, nessuno parla mai della nonna?

Nello stile ironico e delicato di Alki Zei, un romanzo pieno di tenerezza che tocca temi come l’impegno civile, la democrazia, il razzismo, la guerra, l’affetto tra nonno e nipote e la testimonianza di chi si è battuto per un mondo più giusto.

La pluripremiata autrice greca, Premio Andersen 2010 per La tigre in vetrina (Salani), finalmente torna in Italia con un romanzo che ha già vinto il Premio Giovani Europei in Francia. L’edizione italiana è arricchita dalle spiritose e vivaci illustrazioni di Andrea Antinori.

Alki Zei
Ritenuta la più importante autrice greca per ragazzi, è nata ad Atene nel 1925. A partire dagli anni dell’occupazione nazista in Grecia si è battuta attivamente per la libertà, la democrazia e la giustizia. Dal 1954 ha vissuto in esilio in Unione Sovietica, fino al ritorno in patria nel 1964. Tre anni dopo, l’instaurarsi della dittatura in Grecia l’ha costretta a cercare rifugio a Parigi. Nel 1974, quando in Grecia è stata ripristinata la democrazia, è ritornata ad Atene, dove vive. Tradotta in più di 20 lingue, nominata per l’Hans Christian Andersen Award nel 2004 e tre volte per l’Astrid Lindgren Memorial Award, ha vinto moltissimi premi in patria e all’estero, tra cui il Premio Andersen in Italia per La tigre in vetrina (Salani).

Andrea Antinori
Si forma presso l’ISIA di Urbino e l’Escola Massana di Barcellona. Dal 2013 collabora come illustratore per case editrici italiane e straniere. Nel 2017 viene selezionato tra gli illustratori esposti alla Bologna Children’s Book Fair e con La zuppa dell’orco (Biancoenero) vince, insieme all’autore Vincent Cuvellier, il Premio Andersen.

Camelozampa dal 2018 è una casa editrice ad alta leggibilità: tutti i nuovi titoli delle collane di narrativa per ragazzi utilizzeranno lo speciale font EasyReading, realizzato per rendere più agevole la lettura da parte di tutti, anche di chi è dislessico, oltre a speciali accorgimenti grafici e tipografici per facilitare la lettura, come carta avoriata che non “spara”, dimensioni adeguate del carattere e interlinea spaziosa, allineamento a sinistra.